2) le spese sanitarie sostenute per le prestazioni rese da ottici, infermieri, psicologi, ostetriche, tecnici di radiologia medica, nonché quelle rese nell'ambito di strutture autorizzate a fornire servizi sanitari, ma non accreditate. 
3) le spese veterinarie, sia quelle relative alle prestazioni rese dai medici veterinari sia quelle riguardanti i farmaci acquistati presso farmacie e parafarmacie; 
4) le spese per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio e per il conseguimento del risparmio  energetico effettuati sulle parti comuni dei condomini.

Continueranno a comparire nella dichiarazione precompilata, gli oneri già riportati nel modello dell'anno trascorso:
 
- interessi passivi sui mutui;
- premi assicurativi;
- contributi previdenziali e assistenziali;
- contributi previdenziali relativi ai lavoratori domestici;
- spese universitarie;
- spese funebri;
- contributi relativi alla previdenza complementare;
- bonifici riguardanti le spese per interventi di ristrutturazione e per il conseguimento del risparmio energetico degli edifici. 

Il precompilato riporterà anche gli oneri che danno diritto ad una detrazione ripartita in più anni, già indicati nella dichiarazione dell'anno scorso (come ad esempio, le spese per il recupero del patrimonio edilizio o quelle per il conseguimento del risparmio energetico).